Non solo San Lorenzo, stelle cadenti estate 2012

Share Button

Oltre alle famose “lacrime di San Lorenzo” nel cielo estivo non manca di certo l’attività  meteorica, in ogni notte serena è possibile osservare un buon numero di meteore.

Fine Luglio ed inizio Agosto illuminati dalla Luna…

Nell’ultima settimana di Luglio, disturbati dalla presenza lunare, potremo osservare uno sciame meteorico meno conosciuto e più modesto, le Delta Acquaridi. Raggiungerà  la massima attività  nella notte tra il 28 ed il 29 Luglio ed anche se meno numerose rispetto alle Perseidi di Agosto è prevista la visibilità  di circa 20 meteore ogni ora. Potete quindi preparare un buon numero di desideri da esprimere.

Inoltre si aggiungeranno alle delta Acquaridi le Capricornidi la cui massima attività  è attesa nella notte tra il 31 Luglio ed il 1° Agosto, sciame ricco di bolidi (meteore estremamente luminose) attivo da metà  Luglio. Anche le stesse Perseidi, non ancora numerossissime ma visibili a partire dal 23 Luglio.

[box type="info" style="rounded"]L'anima è piena di stelle cadenti. – V. Hugo[/box]

Vi aspettiamo anche all’osservatorio di Perinaldo (IM) “Il Poggio delle Stelle”, per scoprire il cielo ed aspettare le meteore!

Agosto 2012: un anno favorevole per le Perseidi (Lacrime di San Lorenzo)

La tradizione  indica il 10 Agosto come notte migliore per l'osservazione dello sciame meteorico delle Perseidi, chiamate famigliarmente “lacrime di San Lorenzo”,  ma la massima attività  si è in realtà  spostata nella notte tra il 12 ed il 13 Agosto, è sempre utile ricordare che si possono osservare, in numero minore,  da fine Luglio ad oltre la metà  di Agosto. Il 2012 è un anno favorevole per l'osservazione di questo “spettacolo celeste”. La Luna a pochi giorni dall’ultimo quarto sorgerà  a notte molto inoltrata e la sua piccola fase non disturberà  la visione delle meteore più deboli. Nel momento di massima attività  è prevista la visibilità  di oltre 50 meteore  all'ora.

Questo fenomeno, che fu registrato già  dai cinesi nel 36 d.C., trovಠspiegazione solo nel 1856, grazie all’astronomo italiano Giovanni Virginio Schiaparelli, che riuscଠad associarlo ad una cometa, la Swift-Tuttle.
Quando la Terra incrocia nella sua orbita i detriti lasciati da questa cometa possiamo osservare le più famose meteore dell'anno.
Quindi a dispetto del nome “stelle cadenti” in realtà  si tratta di “polveri” e piccoli detriti che “cadendo” ad altissime velocità  contro la nostra atmosfera la ionizzano e quindi la “illuminano”. Le Perseidi sono meteore molti veloci, impattano nell'atmosfera a circa 60km/s (216.000 km/h!), possono lasciare scie abbastanza persistenti che resistono per una manciata di secondi.

[box type="note"]Video guida: osservare le Perseidi[/box]

Perchà© vengono chiamate Perseidi?

Il nome deriva dal loro radiante, ovvero dal punto da cui sembrano provenire queste meteore,  situato nella costellazione del Perseo, che in Agosto vedremo sorgere intorno alle h22,30.
Più è alto nel cielo il radiante maggiore sarà  il numero di meteore visibili. Nel caso delle Perseidi il miglior momento di visibilità  si avrà  dopo la mezzanotte, quando la costellazione del Perseo raggiungerà  una buona altezza rispetto all’orizzonte.

Come e dove osservare le stelle cadenti di Agosto.

Bastano gli occhi, non serve nessuno strumento ottico (binocoli o telescopio) che anzi limiterebbe il campo di vista impedendoci di scrutare il cielo.  àˆ essenziale recarsi in un luogo buio, lontano dalle luci delle città  e mettersi comodi sotto il cielo. Una sdraio o una coperta da stendere a terra sono gli unici accessori consigliati. Ricordate che l'occhio impiega circa 20 minuti per ragigungere un buon adattamento notturno e permetterci di vedere anche gli astri più deboli, una luce bianca (torcia, display del telefono etc…) osservata anche per pochi secondi vanifica questo adattamento. Per evitare questo disturbo è consigliato l'uso di luci di color rosso.

La zona da dove sembreranno provenire le meteore è situata nella costellazione del Perseo, visibile a NORD-EST già  prima delle 23.
Non è difficile da individuare partendo dalle luminose stelle della costellazioni di Cassiopea dall’inconfondibile forma a W.

SUGGERIMENTO: per una visione ottimale guardate la zona circostante al radiante, non concentratevi sempre su un'unica zona di cielo.

Stelle che cadono? Meglio dire meteore.

In alcuni momenti dell'anno la Terra  incrocia nella sua orbita piccoli detriti (qualche cm di diametro) lasciati generalmente dalle comete e noi possiamo osservare un buon numero di meteore. Quindi a dispetto del nome “stelle cadenti” in realtà  si tratta di “polveri” e piccoli detriti che “cadendo” ad altissime velocità  contro la nostra atmosfera la ionizzano e quindi la “illuminano” dando vita allo spettacolare evento che vediamo.

Non c'è altro da aggiungere, preparate i desideri e buone osservazioni!

[box type="tick" style="rounded"]Vi aspettiamo a Perinaldo il 10 – 11 – 12 Agosto 2012![/box]

Il cielo stellato e le sue meraviglie all’osservatorio astronomico comunale “G.D.Cassini” di Perinaldo (IM). Tutte le date di apertura pubblica.

 

Share Button
Share this post:

Rispondi

*

4 commenti

  1. piero

    sarei interessato ad assistere ad una serata di osservazione a fine agosto (settimana dal 26 al 31) Se possibilie potreste inviarmi il calendario delle aperure al pubblico? Eventualmente potrei anche venire ad incontro “in trasferta” come quello organizzato nelle acque di sanremo a fine luglio. Grazie anticpatamente

  2. adriana raschi

    molto interessante,grazie per le informazioni

  3. Pingback: The Perseid Meteor Shower 2012 – Stelle cadenti d’agosto: arrivano le Perseidi | DENEB Official ©

  4. Elvira Annaloro BA

    Io ho visto le stelle cadenti il 21 di agosto 2012 ed ero in compagnia del mio compagno, e abbiamo espresso lo stesso desiderio ..e si è avverato , noi crediamo tantissimo alle nostre stelle , ma vorrei capire ancora tantissimo su questo fenomeno che ci lascia sempre più a bocca aperta .

AstroPerinaldo – AstroBlog - Background

Type to Search

See all results