30 – 31 Ottobre: seguire il passaggio dell’asteroide 2015 TB145

Share Button

Nella notte tra il 30 ed il 31 Ottobre assisteremo al passaggio ravvicinato dell’asteroide 2015 TB145. Con un diametro stimato tra i 210 ed i 650 600 metri, sarà il più grande asteroide – tra quelli conosciuti ad oggi – a passare nei pressi della Terra fino al 2027.

Siamo ampiamente fuori pericolo, si troverà a 1,3 volte la distanza della Luna ma sarà uno spettacolo da seguire con telescopi abbastanza grandi da mostrarci la sua flebile luce.
Non sarà facile da rintracciare nel cielo, ma una volta scovato lo potremo osservare in veloce movimento tra le stelle (viaggerà a 126,000 km/h).

La minima distanza sarà raggiunta il 31 ottobre intorno alle ore 18:00 quando in Italia il cielo sarà ancora chiar0. Le migliori occasioni per osservarlo le avremo nella notte tra il 30 ed il 31, si muoverà tra le stelle del Toro ed Orione e scenderà sotto la dodicesima magnitudine rendendosi un facile bersaglio per le attrezzature fotografiche e, con più difficoltà, alla portata anche delle osservazioni visuali effettuate con strumenti di medio diametro (telescopi da almeno 200mm). La luminosa presenza della Luna, angolarmente anche molto vicina, renderà decisamente più difficili le osservazioni.

L’influenza gravitazionale di un corpo così minuscolo sarà praticamente nulla per la Terra o per la Luna, ma l’orbita dell’asteroide risentirà di questo passaggio ravvicinato. Le effemeridi che ci indicano la posizione dell’oggetto stanno ancora subendo variazioni a causa delle correzioni che vengono fatte man mano che aumentano le osservazioni e migliora la conoscenza sulla sua orbita.

DIRETTE ONLINE

Se non avete telescopi o il meteo non vi darà una mano potrete seguire le dirette online dell’evento.

Dalle 01:00 del 31 Ottobre Gianluca Masi trasmetterà in diretta con il suo Virtual Telescope

Dalle 18:00 del 31 Ottobre potrete seguire la diretta di Slooh.com

LE PRIME IMMAGINI

immagini radar 2015 tb145

Aggiornamento del 30 Ottobre 2015 – Ecco le prime immagini radar di 2015 TB145 ottenute oggi dai radiotelescopi!
Ha una dimensione di circa 600 metri di diametro, quindi è molto più grande del previsto, una rotazione di circa 5 ore e si muove alla velocità di 35 km per secondo.
“Le caratteristiche chiare e scure indicano irregolarità della superficie. Ad esempio, la parte scura centrale può essere una grande depressione circolare, forse un cratere da impatto ” dottor James Richardson, USRA Scientist presso il Planetary Radar Group dell’osservatorio di Arecibo.
COMUNICATO ORIGINALE: http://buff.ly/1RiR7e1

 

COME AGGIUNGERE 2015 TB145 A STELLLARIUM

perinaldo-2015tb145

Simulazione ottenuta con Stellarium della posizione di 2015 TB145 da Perinaldo

Seguite le procedure mostrate in questo VIDEO. Se non avete Stellarium potete scaricarlo gratuitamente da qui.

Ripetete questa operazione anche nei prossimi giorni e verificate di aver impostato la vostra località di osservazione su Stellarium, passando molto vicino alla Terra l’effetto della paralasse sarà notevole, osservatori posti in località distanti lo vedranno in una posizione leggermente diversa gli uni dagli altri.

La scoperta recentissima di questo asteroide (o si tratta di una cometa?)

telescopi-radiotelescopio

2015 TB145 nonostante la sua dimensione ragguardevole è stato appena scoperto. Il 10 ottobre lo ha individuato il sistema di ricerca Pan-STARRS nelle Hawaii (foto in alto a sinistra). Compie un giro intorno al Sole ogni tre anni circa. A causa dell’inclinazione della sua orbita c’è anche la possibilità che si tratti di una cometa e non di un asteroide. Si tratta di una preziosa opportunità di studio e gli astronomi useranno il radiotelescopio di Goldstone (foto in alto a destra) per inviare onde radio verso 2015 TB145, che saranno riflesse e ricevute da altri radiotelescopi. In questo modo sarà possibile ricostruire  immagini radar con una risoluzione di 2 metri per pixel. Dopo il passaggio potremo quindi avere un’idea precisa delle dimensioni e della forma di questo corpo celeste.

Nonostante, come dimostra questo oggetto, c’è ancora molto da scoprire nello spazio intorno alla Terra c’è una buona notizia. I modelli suggeriscono che circa il 95 per cento dei più grandi NEO (near-Earth object – oggetto del Sistema Solare la cui orbita può intersecare quella della Terra) – quelli che potrebbero minacciare la civiltà umana se colpiscono la Terra -sono stati scoperti, e nessuno di loro costituiscono un pericolo per il prossimo futuro. Ma anche oggetti di dimensioni più ridotte costituiscono comunque un problema, anche se non porterebbero a cataclismi globali, per questo molti astronomi ritengono sia importante aumentare i sistemi di individuazione, ancora non sufficienti per effettuare un censimento preciso.

Così vicino, così lontano…

Per renderci conto della distanza scorrete questa immagine fino in fondo. Le distanza sono in scala così come la dimensione di Terra e Luna, ma la dimensione dell’asteroide no, sarebbe risultato troppo piccolo da rappresentare!

distanza-asteroide-2015tb145

FONTI:

http://www.universetoday.com/122924/how-to-see-the-spooktacular-halloween-flyby-of-asteroid-2015-tb145

http://www.slate.com/blogs/bad_astronomy/2015/10/21/asteroid_2015_tb145_another_space_rock_passes_safely.html

 http://www.calsky.com/

Share Button
Share this post:

Rispondi

*

1 commento

Type to Search

See all results